In Breve

  • Rosso Istanbul

    PER ROSSO ISTANBUL FERZAN OZPETEK E' TORNATO A GIRARE NELLA SUA CITTÀ NATALE

    13 MAGGIO 2016.  Orhan Sahin torna a Istanbul dopo 20 anni di assenza volontaria. Come editor deve aiutare Deniz Soysal,  famoso regista cinematografico, a finire la scrittura del suo libro. Ma Orhan rimane intrappolato in una città carica di ricordi rimossi. Si ritrova sempre più coinvolto nei legami  con i famigliari e  gli amici di Deniz  che sono anche i protagonisti del libro che il regista deve finire. Soprattutto Neval e Yusuf, la donna e l’uomo a cui Deniz è più legato, entrano prepotentemente anche nella vita di Orhan. Quasi prigioniero nella storia di un altro, Orhan però finisce  per indagare soprattutto su se stesso, riscoprendo emozioni e sentimenti che credeva morti per sempre e che invece tornano a chiedergli il conto per poter riuscire a cambiare la sua vita.  

    Rosso Istanbul, prodotto da Tilde Corsi e Gianni Romoli, è una coproduzione italo-turca di R&C Produzioni - Faros Film con Rai Cinema, BKM - Imaj (Istanbul). Il film uscirà il 2 marzo distribuito da 01.

    Per vedere e scaricare il trailer del film: clicca qui

  • The Music of Silence

    The Music of Silence. Un film di Michael Radford sulla vita e la carriera di Andrea Bocelli

    Nel cast internazionale Antonio Banderas, Toby Sebastian,  Luisa Ranieri, Jordi Mollà, Ennio Fantastichini. Una produzione Picomedia e Ambi Group in collaborazione con Rai Fiction

    Si sono concluse a fine dicembre le riprese di The Music of Silence, il film tratto dall’omonima autobiografia di Andrea Bocelli edita in Italia da DeAgostini. Il progetto internazionale  si avvale di un cast prestigioso: Antonio Banderas nel ruolo del maestro di musica, Toby Sebastian (Bocelli adulto), Jordi Mollà (il padre), Luisa Ranieri (la madre), Ennio Fantastichini (lo zio) e in un cameo lo stesso artista a cui il film è dedicato. Il film conterrà inoltre brani musicali inediti che Bocelli ha composto da giovanissimo e mai presentati prima d’ora.

    La vita meno conosciuta del  celebre cantante italiano, dall’ infanzia  fino al trionfo sui palcoscenici di tutto il mondo, nel biopic del regista inglese Michael Radford, autore di film pluripremiati tra i quali Il Postino e Il Mercante di Venezia .

    Tutti conoscono la sua voce, le sue canzoni, le interpretazioni di famose arie liriche, la sua popolarità internazionale. Meno però si conosce della sua vita privata e del percorso che lo ha portato da Lajatico, paese della campagna toscana, agli allori della sua carriera attuale. Amos Bardi (nel film alter ego di Andrea Bocelli) nasce con il dono di una voce che si manifesta di gran pregio fin da bambino, nello stesso tempo però soffre di un grave problema agli occhi che lo rende quasi cieco. Vede chiaroscuri, contorni, non di più. La malattia lo costringe ad un calvario di interventi chirurgici. Presto deve separarsi  dalla famiglia per entrare in istituto per non vedenti ed imparare il Braille. Ma è proprio lì che gli accade un terribile incidente, una pallonata in faccia che lo porta alla cecità totale. E’ il buio.
    Nonostante tutto Andrea non si arrende.  Mosso da grandi aspirazioni e interessi (la passione per il canto, l’amore per i cavalli,il  motorino e la bicicletta,una laurea in giurisprudenza), la sua vità sarà  una sfida senza soste fino a quando riuscirà ad agguantare il primo vero successo in palcoscenico con l’esecuzione del “Miserere” . Da lì in poi comincia un’esistenza  costellata di vittorie ma in cui, momento per momento, continua silente la sua quotidiana missione di chi per essere come gli altri, in ogni gesto, in ogni momento, deve fare più degli altri.

    Anna Pavignano e Michael Radford firmano la sceneggiatura in collaborazione con Andrea Bocelli. The Music of Silence, le cui riprese sono previste a Roma e in Toscana, è prodotto da Roberto Sessa per Picomedia con Andrea Iervolino e Monika Bacardi per AMBI Group in collaborazione con Rai Fiction.  

  • Dalida

    Rai Cinema presenta Dalida, un film di Lisa Azuelos con Sveva Alviti nel ruolo della celebre cantante di origine italiana Jolanda Gigliotti, in arte Dalida, Riccardo Scamarcio nel ruolo di Orlando, fratello e produttore di Dalida e con Jean-Paul Rouve, Nicolas Duvauchelle. Nel cast altri attori italiani: Alessandro Borghi, Valentina Carli e Brenno Placido. Una coproduzione franco-italiana di Pathé Production in collaborazione con Rai Cinema. Produttori Julien Madon, Lisa Azuelos, Jérome Seydoux.

    PRIMA ASSOLUTA ITALIANA SU RAI UNO IL 15 FEBBRAIO 2017

    E’ il ritratto intimo di una donna assoluta, complessa e solare, una donna moderna in un’epoca che lo era molto meno. Ci ha lasciati giusto tre decenni fa a soli 54 anni.

    Il film ripercorre interamente la vita e la carriera dell’artista, dalla nascita al Cairo nel 1933 alla sua prima sorprendente esibizione all’Olympia di Parigi nel 1956, dal suo matrimonio con il titolare della Radio Europe n.1 Lucien Morisse alla Disco Music della fine anni Settanta, dai suoi viaggi iniziatici in India al successo mondiale del brano Gigi l’amoroso del 1974 senza tralasciare l’apparizione al festival di Sanremo 1967 con Ciao amore, ciao.

    Per la regista Lisa Azuelos: "Dalida non è stata solo una donna da record – l’artista francese più pagata del mondo dello spettacolo, 170 milioni di dischi venduti, 2000 canzoni incise, 70 dischi d’oro ecc. ecc. – quanto una personalità fuori dal comune. Le persone celebri non osano forzare il destino. Lei sì".

    Rivela Sveva Alviti: "Prima di iniziare la preparazione conoscevo le sue canzoni, come quasi tutti gli italiani, ma per niente come donna. Una sua intervista su youtube mi ha ribaltato tutto. Sono rimasta colpita e immediatamente mi sono sentita a lei vicina… mi è sembrato di comprenderla intimamente. Come non volere incarnare una donna così sensibile, così gentile e così forte ? A quel punto ho cominciato a sognare...".

    Riccardo Scamarcio sul ruolo di Orlando: "Ho guardato molti documenti d’epoca, ma il mio personaggio, diversamente dagli altri del film, è vivo e vegeto. Allora l’ho incontrato. La mia difficoltà è stata di trovare un equilibrio nella mia parte, incarnare in lui il fratello come pure il produttore e l’uomo privato. Evitando di cadere nel caricaturale per restare nella realtà di quest’uomo complesso".

     [inpost_gallery thumb_width="150" thumb_height="150" post_id="1216" thumb_margin_left="15" thumb_margin_bottom="20" thumb_border_radius="5" thumb_shadow="0 1px 4px rgba(0, 0, 0, 0.2)" js_play_delay="3000" id="" random="0" group="0" border="#73BBf5" type="yoxview" show_in_popup="0" album_cover="" album_cover_width="100" album_cover_height="100" popup_width="800" popup_max_height="600" popup_title="Gallery" sc_id="sc1484585868671"]

  • Rosso Istanbul

    Ferzan Ozpetek torna a girare nella sua città natale. Rosso Istanbul è una coproduzione italo-turca R&C Produzioni - Faros Film con Rai Cinema. BKM - Imaj. Produttori Tilde Corsi e Gianni Romoli.

    Per saperne di più clicca qui.

  • Due Soldati

    Due Soldati - Un film di Marco Tullio Giordana con Angela Fontana, Daniele Vicorito, Dario Rea, Antonio Pennarella, Bianca Nappi, Rosario Sparno, Rosalba di Girolamo, Walter Lippa, Peppe Lanzetta
    Per saperne di più clicca qui

  • Non c’è più religione

    Il nuovo film di Luca Miniero con Claudio Bisio, Alessandro Gassmann e Angela Finocchiaro. Il film,  scritto dallo stesso Miniero con Sandro Petraglia e Astutillo Smeriglia, è prodotto da Cattleya con Rai Cinema e sarà distribuito da 01 Distribution.

    Per saperne di più clicca qui.

  • Festival di Villerupt

    Il Festival du Film Italien de Villerupt quest'anno si terrà dal 28 ottobre al 13 novembre. Per maggiori informazioni clicca qui

  • THE DUEL OF WINE

    Arriva il 29 settembre in Italia il film The duel of Wine, la sfida del secolo tra i più affermati Sommelier del mondo. Protagonista Charlie Arturaola, il più grande comunicatore di vino in circolazione.
    Per saperne di più clicca qui.