Ferzan Ozpetek

giu 8, 15 • Personaggi
Ferzan Ozpetek

Ferzan Ozpetek debutta alla regia nel 1996 con Hamam-Il bagno turco. Presentato alla Quinzaine des Realizatéurs di Cannes, ottiene da subito rilevanti riconoscimenti internazionali.

Il secondo film Harem Suare’, sulla caduta dell’Impero ottomano, è ambientato ancora una volta in Turchia, la sua terra d’origine e viene presentato a Cannes.

Il 2001 è l’anno di Le fate ignoranti, in concorso al Festival di Berlino, una vera esplosione record di incassi in Italia e vincitore di quattro Nastri d’Argento, tre Globi d’Oro e del premio principale al New York Gay and Lesbian Film Festival.

Due anni dopo, con La finestra di fronte ancora un enorme successo non solo in Italia: cinque David di Donatello, quattro Ciak d’Oro e tre Globi d’Oro della stampa estera. Anche il festival di Karlovy Vary gli riconosce tre prestigiosi premi (Film, Regia, Migliore Attrice a Giovanna Mezzogiorno) oltre ai due del Seattle Film Festival. Il film con un incasso di circa 14 milioni di euro è il terzo migliore incasso italiano di quell’anno e ottiene il biglietto d’oro.

Nel 2005 Cuore Sacro, protagonista Barbora Bobulova, ottiene due David di Donatello e il Globo d’oro mentre due anni dopo, Saturno contro raccoglie di nuovo il favore del grande pubblico oltre a numerosi premi.

Nel 2008, con il film Un giorno perfetto, Ozpetek viene invitato in concorso alla Mostra del Cinema di Venezia. Lo stesso anno il MOMA (Museum of Modern Art) di New York gli dedica una bellissima personale proiettando tutti i suo film. Un’occasione rara nel panorama degli autori italiani.

Nel 2010 Mine vaganti, oltre a cogliere una delle migliori affermazioni del box office nazionale, viene selezionato dal Festival di Berlino e dal Tribeca di Robert De Niro. Anche questo film circola nelle sale di tutto il mondo con notevole successo. Il 2012 è l’anno di Magnifica Presenza, successo di pubblico e critica.

Il suo ultimo film, Allacciate le cinture esce nel 2014, che vince 3 Nastri d’Argento, il Ciak d’Oro e il Globo d’Oro.

Nel 2011 dirige la sua prima Opera lirica in occasione del Maggio Musicale Fiorentino, l’ Aida di Giuseppe Verdi, riscuotendo uno strepitoso consenso di pubblico e critica. Successo che viene replicato nel 2012 con La Traviata in scena al prestigioso Teatro San Carlo di Napoli in occasione del secondo centenario della nascita di Verdi.

Nel febbraio 2014 viene replicato l’allestimento della Traviata al Teatro Petruzzelli di Bari.

Nel 2013 esce Rosso Istanbul, primo romanzo del regista, una dichiarazione di amore alla città di Istanbul, alle sue origini, a sua madre. Un romanzo dove, come nei suoi film, la realtà dei nostri giorni si mescola con la fantasia.

È di recente uscito il suo secondo romanzo Sei la mia vita, dove il regista, narrando una struggente storia d’amore, svela i retroscena dei suoi film. Il libro è entrato subito in cima alla classifiche.

Il 2 marzo 2017 è uscito Rosso Istanbul, liberamente tratto dal suo primo romanzo. Il 13 maggio 2017 hanno preso il via le riprese del suo nuovo film, Napoli velata, che rivede il regista al lavoro con Giovanna Mezzogiorno come protagonista della storia. Un ‘thriller’ scritto insieme al sodale Gianni Romoli e a Valia Santella. 

FILMOGRAFIA

1997    IL BAGNO TURCO

1999    HAREM SUARÈ

2001    LE FATE IGNORANTI

2003    LA FINESTRA DI FRONTE

2004    CUORE SACRO

2007    SATURNO CONTRO

2008    UN GIORNO PERFETTO

2010    MINE VAGANTI

2012    MAGNIFICA PRESENZA

2014    ALLACCIATE LE CINTURE

2016    ROSSO ISTANBUL 

Presskit

DOWNLOAD

Rassegna Stampa

DOWNLOAD